Work / Lifetime Balance

Tema impegnativo, che utilizzo solo come titolo altisonante. Ciò di cui parlerò è come eventi privati, o meglio extra – professionali, finiscano per mescolarsi (blending) ad altri aspetti, propriamente professionali, con risultati gradevoli e gratificanti.

Vi racconto.

I sedani acquistano vigore

I sedani acquistano vigore

Da qualche tempo utilizzo Linkedin, un social network di taglio professionale, come supporto al mio lavoro, soprattutto per tenermi in contatto – leggero, virtuale e impalpabile, ma pur sempre contatto web 2.0 – con ex colleghi, clienti e colleghi attuali, associazioni professionali.

Ieri, dopo un lavoro impegnativo, ho deciso di dedicare un po’ di tempo alle relazioni, ho aperto Linkedin e ho lanciato un certo numero di richieste di adesione al mio network: una ventina, più o meno.

Questa mattina, aprendo la posta un po’ di corsa prima dell’appuntamento con un nuovo interlocutore (anzi un’interlocutrice), ho trovato la risposta di una Responsabile della formazione di una grande industria manifatturiera che avevo incontrato l’ultima volta alcuni mesi fa.

Costei, in risposta alla mia richiesta di contatto, mi scrive così:

E’ con piacere che accetto il suo contatto ma non riesco ad evitare di essere totalmente sincera e dirle che, a parte il fatto di cercare di non perderci di vista che ovviamente condivido, ciò che mi ha spinta a fare un “click” convinto è il suo sito personale. Le faccio tanti complimenti è bellissimo e potrebbe essere uno spunto per un corso di formazione manageriale dal titolo “Manager, respira sei vivo !“.

Le auguro una buona giornata.

G.R.

Il sito di cui parla è appunto questo, nato per scopi non professionali ma narcisistici e documentaristici. E questo evento minimo mi conferma nella vocazione che metto nel mio lavoro: cercare di trasmettere passione per quello che faccio, facendo ciò che mi appassiona.

Tant’è vero che sto già riflettendo su un uso lavorativo della simpatica collega: Orti aziendali per manager in affanno?

Pensiamoci: si potrebbe iniziare in primavera un percorso a tappe, fino al limitare dell’inverno, per aiutare manager e quadri ad acquisire una nuova dimensione del tempo, un nuovo valore di sè nell’organizzazione e chissà quant’altro ancora. Una brillante HR manager mi ha promesso di verificare se, nel perimetro della sua azienda, esiste un appezzamento di terreno utilizzabile allo scopo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...