I miei alberi da frutta

10 aprile 2010: Ritorno a Casta.

Dopo la pausa invernale approfitto del sole primaverile di oggi per una ricognizione.

E’ ancora presto per mettere mano all’orto: non tanto per la stagione, quanto perchè il terreno è ancora molto bagnato a causa delle recenti piogge. Appena sarà possibile Gianni lo freserà e potrò riprendere i lavori.

Per intanto faccio una ricognizione dei miei alberi da frutta.

Fiori di pesco 1

Fiori di pesco 1

Dopo la radicali potature di novembre i peschi stanno allegramente fiorendo, e i frutti saranno più accessibili (ho tagliato molti rami troppo bassio esili o storti), ricchi e numerosi.

Fiori di pesco 2

Fiori di pesco 2

O almeno spero…

Il melo di Giorgia

Il melo di Giorgia

Anche i meli, sul versante a Sud, mi sembrano in buona forma, e anche per loro (e soprattutto per questo nella foto) vale il discorso della potatura per maggiore accessibilità. Questo, in particolare, è il melo di Giorgia.

Il fico mangrovia

Il fico mangrovia

Mi accorgo che c’è una delle piante di fico, quella più giovane ed accessibile, che ha assunto l’aspetto intricato e impenetrabile di una foresta di mangrovie. Dato che mangiare i fichi qui è piuttosto difficile già per default, perchè se li gustano tutti gli uccelli, anche qui ci vorrebbe una bella sfoltita; la primavera è ancora all’inizio, una bella potatura per quanto tardiva non potrà che fargli bene.

Fiori di ciliegio 1

Gemme di ciliegio 1

I ciliegi piantati lo scorso autunno hanno messo parecchie gemme.

Mandorlo in fiore

Gemme di ciliegio 2

Hanno comunque superato bene l’inverno, si sono ambientati nel nuovo terreno e i frutti, con il tempo, verranno.

Fiori di mandorlo

Fiori di mandorlo

C’è anche qualche mandorlo in fiore, da apprezzare non tanto per i frutti quanto per la bellezza.

Un nocciolo allo stato brado

Un nocciolo allo stato brado

Un discorso a sè meritano i noccioli.
Non abbiamo mai raccolto seriamente le nocciole, abbiamo sempre lasciato a sè stessa l’area dove vegetano, e lo scorso anno non me ne sono proprio curato.

Il primo dei noccioli che ho ripulito

Il primo dei noccioli che ho ripulito

Ora, con calma, mi voglio dedicare a una bella pulizia di tutta questa parte, che è fresca e ombrosa nonostante sia in pieno sole. Pian piano mi dedicherò a sfoltire ciascuna delle dodici piante, per dar loro anche un bell’aspetto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...